Ragazzo ucciso: sparati almeno 5 colpi

Jefferson Tomalà, il ragazzo di 21 anni ucciso domenica in casa a Genova da un agente, è stato colpito con almeno 5 colpi di pistola al torace in punti vitali. È quanto emerso dall'esame esterno del cadavere effettuato dal medico legale incaricato dalla procura. L'agente ha sparato dopo che il giovane aveva aggredito un collega e lo stava accoltellando. L'autopsia vera e propria verrà eseguita lunedì: il medico ha richiesto una tac per individuare la presenza di eventuali proiettili ritenuti all'interno del corpo. Nei prossimi giorni verrà incaricato un perito balistico. "All'agente che ha sparato a mio figlio dico che è un incompetente e non merita la divisa, se la deve togliere". Lo ha detto Lourdes, la madre di Jefferson Tomalà. La donna, accompagnata da due figli e dalla compagna di Jefferson, che ha parlato nello studio del legale di famiglia, ha chiesto "giustizia". "Lo hanno ucciso come un animale. Spero che l'agente si penta. Mi figlio li ha aggrediti dopo l'uso dello spray al peperoncino".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Campo Ligure

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...